fleur de lis . guestbook, journal

domenica 21 agosto 2011

PALIO DEL DAINO 2011

Eccomi a Mondaino al palio del Daino, sempre bello, sempre organizzato molto bene, impossibile riuscire a guardare tutto in una sera, quest'anno poi che fa un caldo da morire. L'artigianato è abbastanza selezionato, più o meno storico, ma c'è sempre qualcuno che fa
il furbo vendendo cineseria. IL prossimo anno gli organizzatori hanno promesso di guardare bene ciò che gli artigiani espongono ma è una guerra persa, anche perchè i poveri artigiani spiegano le tecniche, si dannano per infondere un pò di cultura "del mestiere" e poi si trovano che lo stesso utente va a comnprare poi il ciafanaglio cinese a 5 euro, pensando poi di aver fatto un affare! Ogni pubblico ha il venditore che si merita. Non oso pensare cosa ci sia stato a Monteriggioni, adesso che anche gli artigiani pagano per vendere, quante collanine, ciondolini, pelletteria (se di pelle si tratta  cucita) a macchina, spadine, taccuini indiani eccc.
Il palio del daino di Mondaino però è ancora una festa che merita di essere vista, impossibile far indossare ai figuranti gli abiti tutti della stessa epoca, ma questo è un male di tutte le rievocazioni, almeno qui non si sono ancora visti i pseudo celti|/gotici che vedo spesso in altre occasioni.

1 commento:

  1. Credo che le persone non sappiano valutare il lavoro che c'è nelle cose fatte a mano. A un mercatino ho conosciuto una signora che dipingeva delle bellissime icone, che naturalmente costavano di più di quelle della signora dietro l'angolo che le stampava. Dove pensi che comprasse la gente?!?! Però meglio così: almeno il frutto del lavoro di abili mani va nelle case di chi lo sa veramente apprezzare!

    RispondiElimina