Passa ai contenuti principali

LABORATORIO ITINERANTE







FACCIAMO LA PERGAMENA SUL POSTO








 
Come si fa la colla animale
partendo dal carniccio di pelle 
e ossa.
Solo su richiesta specifica dell'organizzatore.



Facciamo vedere e provare come si costruivano
i manoscritti, intanto che lavoriamo illustriamo
com'erano realizzati i libri nelle varie epoche a seconda delle 
domande poste dal pubblico. 









Commenti

Anonimo ha detto…
Ciao Giorgia,

sono una ragazza che a Crevalcore vi ha preso un libro. Sono stata molto soddisfatta del mio acquisto e visitando il sito ho visto che sei di Bologna. Se fai qualche corso o manifestazione o hai un negozio dove è possibile venire a curiosare fammi sapere

Lucia (lucia.vik@ibero.it)

Post popolari in questo blog

CHARLEMAGNE'S BOOK handmade Bookbinding wood

La placca centrale è in piombo.
Gli angolari sono in metallo, non hanno un
disegno storico naturalmente, potete
trovare a latere di questo post un sito
dove comprare angolari e rosoni centrali
dal disegno storico.
Io li monto a gratuitamente su qualsiasi
mio libro.



tutorial telaio per rilegare

Ecco alcuni tutorial che ho trovato in rete per costruire un telaio per rilegare.
Stiamo parlando di telai non filologici.
Vi metto la foto del prodoto finito e il link del tutrial così approfondite personalmente, ho avuto il permesso naturalmente degli autori.


 Uwe, insegnante tedesco di meccanica ha un tutorial semplice ed efficace.
http://www.uros.de/Schmiede/bastelecke/buchbinden.htm

http://www.feberet.it/

Il telaio che potrete visionare al link di cui sopra,  è funzionale perchè piccolo, graduato e tagliato in modo da incastrare le corde delle NERVATURE. Consiglio: per esperienza vi dico che le viti di 20 cm sono troppo basse, specialmente se non siete delle fanciulle, vi risulterà poi difficile inserire il braccio per cucire.
Il braccio non deve scavalcare il telaio per cucire, ma deve lavorare nello spazio delimitato dalle viti, sia per la lunghezza che per l'altezza. Poi fate voi.


 Telaio combinata taglierina e pressa, non è semplice da costruire, ma è interessante. Vi ricor…

Legatura Carolingia

Quest'anno in occasione della fiera sulla rievocazione storica ARMI E BAGAGLI 2019,  voglio presentare il mio "nuovo amore" in fatto di legature storiche.
Ogni anno cerco di presentare qualcosa di nuovo, andando a ritroso nelle tecniche di legatoria.
Abbandono per un attimo le legarture monastiche del basso medioevo, cucite a telaio, per buttarmi nell'alto medioevo, avendo finito il  mio percorso di studi sulla legatura Carolingia, che prende il nome da Carlo magno (800 d.c.) essendo appunto il tipo di legatura con cui si fabbricavano i codici in quel periodo.
 Le differenze tecniche sostanziali con le legature che arriveranno dopo sono:
Cucitura fascicoli senza uso di telaio su cui tirare i nervi
Preparazione degli incassi nei piatti, sempre di legno, prima della cucitura del blocco libro.
Incassi e canale come da figura, ergo spessori dei piatti importanti
Cucitura dei fascicoli con doppi nervi a spina di pesce (nella maggior parte dei casi) partendo direttamen…